-7.4 C
Rome
giovedì, 29 Febbraio 2024

Scontro ideologico e diritti LGBTQ+: Il Roma Pride e il ritiro del patrocinio della Regione Lazio

Tra tre giorni si terrà il Roma Pride, un importante evento italiano durante il “mese del pride”, che promuove i diritti della comunità LGBTQ+.

Sabato 10 giugno, alle 15:00, la parata avrà inizio da Piazza della Repubblica, attraversando le strade della capitale. Inizialmente, la Regione Lazio, attualmente governata dal centrodestra, aveva dato il suo sostegno all’evento, ma successivamente ha ritirato il patrocinio.

Il circolo di cultura omosessuale Mario Mieli, che organizza il Pride, ritiene che ciò sia dovuto alle pressioni dell’associazione Pro Vita, mentre la Regione accusa gli organizzatori di promuovere pratiche illegali, come l’utero in affitto.

Il presidente del Mieli, Mario Colamarino, aveva inizialmente elogiato la Regione per aver evitato pregiudizi ideologici e per aver preso le distanze dai politici che vorrebbero rendere reato l’uso di uteri in affitto, anche se realizzato all’estero.

Tuttavia, le parole di Colamarino hanno portato alla revoca del patrocinio.

Il presidente del Lazio ha chiesto pubbliche scuse a Colamarino e ha affermato che l’utero in affitto non può essere oggetto di discussione o patrocinio.

Colamarino ha rifiutato di scusarsi, sostenendo che le posizioni dell’organizzazione erano già note e consultabili sui canali del Circolo Mieli e del Roma Pride.

La disputa tra i due continua, con richieste di scuse da parte del presidente del Lazio e rifiuti da parte del presidente del Mieli.

Potrebbe interessarti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Rimani connesso

890FansLike
- Advertisement -spot_img

Ultimissime