19.2 C
Rome
martedì, 23 Luglio 2024

Sciopero taxi 10 ottobre: le ragioni dietro la protesta

Il 10 ottobre segna un altro giorno di sciopero nel settore dei trasporti. Dopo il recente stop dei bus e della metro, ora tocca ai tassisti. Le principali ragioni dietro questa decisione sono contenute nel controverso “Decreto Asset“, che prevede il rilascio di un incremento fino al 20% delle nuove licenze taxi.

Molti tassisti vedono questo come un intervento non basato su dati concreti, criticando l’assenza di programmazione territoriale e accusando sia enti locali che governo di passarsi le responsabilità.

Il coordinatore di Usb Taxi, Riccardo Cacchione, sottolinea l’inconsistenza di questa misura, citando una legge in attesa da quasi cinque anni, che avrebbe dovuto stabilire criteri chiari sul rilascio delle licenze.

Tuttavia, non tutti vedono lo sciopero con occhi favorevoli. Adolfo Urso, ministro delle Imprese e del Made in Italy, definisce la protesta “poco comprensibile”, sottolineando che la riforma è già in vigore da mesi.

Anche l’associazione Assoutenti critica la protesta, definendola “immotivata” e sottolineando la sua potenziale negatività per i cittadini.

In conclusione, mentre il dibattito prosegue, è chiaro che la questione delle licenze taxi è al centro di una contesa tra vari stakeholders.

Potrebbe interessarti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Rimani connesso

890FansLike
- Advertisement -spot_img

Ultimissime