-7.4 C
Rome
giovedì, 29 Febbraio 2024

Inps evidenzia divario nella speranza di vita tra pensionati a seconda del reddito

Il rapporto annuale dell‘Inps ha evidenziato un divario significativo nella speranza di vita tra i pensionati con differenti livelli di reddito. Secondo lo studio, le persone con redditi più bassi nel primo quintile hanno una speranza di vita a 67 anni che è circa 2,6 anni minore rispetto a coloro nel quintile con redditi più elevati. Ancora più rilevante, la differenza aumenta in base al tipo di lavoro svolto e alle funzioni ricoperte.

Il rapporto ha rilevato che vi è una differenza di cinque anni nella speranza di vita tra chi faceva parte del Fondo lavoratori dipendenti con redditi più bassi (16 anni di speranza di vita a 67 anni) e chi era inserito nel quintile di reddito più alto nel Fondo dirigenti (Inpdai), con una speranza di vita di 20,9 anni a 67 anni.

L’Inps mette in luce come queste variazioni nella speranza di vita siano in conflitto con l’uso di un unico fattore di conversione nel calcolo della pensione.

Questa pratica è particolarmente svantaggiosa per i pensionati con redditi più bassi, il cui accumulo contributivo viene convertito in una pensione inferiore a quella che riceverebbero se la loro reale speranza di vita fosse presa in considerazione.

Al contrario, coloro con redditi più alti finiscono per ricevere pensioni che sono più generose di quanto avrebbero diritto, se i calcoli fossero basati sulla loro effettiva aspettativa di vita media.

Potrebbe interessarti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Rimani connesso

890FansLike
- Advertisement -spot_img

Ultimissime