22.1 C
Rome
domenica, 19 Maggio 2024

Il più ricercato hacker d’Europa: Julius Kivimaki finisce in carcere

Il più ricercato hacker d’Europa, Julius Kivimaki, conosciuto anche come Zeekill, è stato finalmente arrestato. Il giovane finlandese, condannato a sei anni e tre mesi di carcere, aveva ricattato oltre 33.000 persone sottraendo le loro informazioni sanitarie dal centro psicoterapeutico Vastaamo. L’attacco ha avuto effetti devastanti: alcuni pazienti si sono tolti la vita dopo la divulgazione dei loro segreti.

L’attacco a vastaamo
Il centro psicoterapeutico Vastaamo è stato l’obiettivo principale del più ricercato hacker d’Europa. Kivimaki ha ottenuto i file delle sessioni di terapia e ha ricattato i pazienti, chiedendo 200 euro (o 500 dopo 24 ore) per non diffondere i loro segreti sul Dark Web. Nonostante molti abbiano pagato, i dati sono stati comunque pubblicati, causando una reazione a catena di disperazione e vergogna tra le vittime.

Strategie criminali
Prima di rivolgersi direttamente ai pazienti, il più ricercato hacker d’Europa ha tentato di ricattare la direzione di Vastaamo, ma senza successo. Dopo che i dirigenti hanno rifiutato di pagare, Kivimaki ha attaccato le vittime più vulnerabili. L’operazione si è svolta tra il 2018 e il 2019, generando una fortuna potenziale di oltre 6 milioni di euro.

La Caccia all’hacker
L’arresto del più ricercato hacker d’Europa è arrivato grazie alla polizia di Parigi, che ha intercettato una chiamata falsa per disturbi domestici. Trovatolo in un appartamento con documenti falsi, gli agenti sono riusciti finalmente a fermare Zeekill, che aveva già un passato criminale. Condannato a soli 17 anni per 50.000 crimini, la sua pena sospesa non lo ha fermato, spianando la strada per altri attacchi informatici.

Il caso del più ricercato hacker d’Europa, Julius Kivimaki, è un monito sulla crescente minaccia del cybercrimine. Sebbene catturato, il suo ricatto a Vastaamo ha avuto conseguenze irreparabili per le vittime, sottolineando l’importanza di investire in sicurezza informatica.

Potrebbe interessarti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Rimani connesso

890FansLike
- Advertisement -spot_img

Ultimissime