-6.4 C
Rome
giovedì, 29 Febbraio 2024

Madre condannata per abusi alimentari sulla figlia

In un caso che ha scosso la cittadina di Como, una madre è stata condannata a un anno e quattro mesi di reclusione per abusi alimentari su minore. La vicenda riguarda una donna di 53 anni, accusata di maltrattamenti nei confronti della sua figlia sedicenne, imponendole una dieta estremamente restrittiva.

La sentenza, emessa dal Tribunale di Como, segue le accuse mosse nei confronti della madre per aver costretto la figlia a mantenere un peso inferiore ai 47 chilogrammi. Il caso è emerso in seguito alla denuncia di un parente, che ha rivelato una situazione di grave disagio psicologico e fisico per la minorenne.

Nonostante le argomentazioni difensive, che hanno sostenuto un eccesso di zelo materno piuttosto che un vero e proprio abuso, il giudice ha ritenuto che l’atteggiamento della madre costituisse un vero e proprio maltrattamento. La zia della ragazza, un medico, ha giocato un ruolo cruciale nelle indagini, mettendo in luce il serio impatto della dieta sulla salute fisica e mentale della giovane.

Questo caso solleva importanti questioni sul delicato equilibrio tra la cura e l’educazione dei figli e l’eccesso di controllo che può sfociare in abuso. La condanna di questa madre rappresenta un importante precedente nel riconoscimento degli abusi alimentari su minore come una forma grave di maltrattamento.

In seguito alla sentenza, l’avvocato della donna ha annunciato il ricorso in appello, continuando a sostenere l’innocenza della madre e chiedendo una riqualificazione del reato. La vicenda, pertanto, non si conclude qui, ma continua ad alimentare il dibattito sulla giusta misura dell’educazione e del controllo parentale.

Potrebbe interessarti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Rimani connesso

890FansLike
- Advertisement -spot_img

Ultimissime