12.4 C
Rome
mercoledì, 12 Giugno 2024

Genova, il barbiere pusher e il mistero dei clienti calvi

Genova barbiere pusher: è questa l’insolita vicenda che ha recentemente colpito la città ligure. Un barbiere di 55 anni è stato arrestato in seguito a indagini condotte dai carabinieri, i quali sono stati allertati da un anormale andirivieni di clienti, tra cui molti calvi, presso la sua attività.

Il singolare caso ha iniziato a destare sospetti quando gli agenti hanno notato che alcuni individui, privi di capelli, frequentavano assiduamente il negozio. Questo dettaglio, apparentemente innocuo, ha portato a un’attenta sorveglianza del locale, rivelando così un’insolita verità.

Secondo le indagini, il barbiere non offriva solo servizi di cura personale, ma anche un “menù” ben diverso: la vendita di sostanze stupefacenti. La clientela era varia, spaziando tra diverse età e professioni, alcuni cercavano solo la droga, mentre altri combinavano il taglio di capelli con l’acquisto di stupefacenti.

La perquisizione effettuata dai carabinieri ha portato alla luce una doppia realtà: nella residenza del barbiere sono stati rinvenuti diversi grammi di hashish, mentre all’interno della barberia, nascosti astutamente in un soppalco, sono stati trovati 100 grammi di cocaina, bilancini di precisione e materiale per il confezionamento.

Questa vicenda ha suscitato curiosità e preoccupazione tra i residenti di Genova, dimostrando come le attività illecite possano nascondersi dietro le facciate più insospettabili. Il barbiere pusher di Genova è ora al centro di un’indagine approfondita, che cerca di far luce su un giro di spaccio più ampio.

Potrebbe interessarti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Rimani connesso

890FansLike
- Advertisement -spot_img

Ultimissime