25.6 C
Rome
sabato, 25 Maggio 2024

Stanze di tortura rivelate in Kenya: la macabra verità dietro la “setta dei digiuni”

La “setta dei digiuni“, un gruppo religioso estremista operante in Kenya, è al centro di una scioccante rivelazione.

Sono state scoperte ben 214 stanze di tortura all’interno delle sue installazioni, dove, secondo le voci, i seguaci erano costretti a subire gravi sofferenze.

Queste rivelazioni si intensificano con la notizia che il culto era diretto dal predicatore Paul Mackenzie.

Il “The Standard”, noto quotidiano keniano, ha svelato dettagli agghiaccianti dell’operato del culto.

Numerose vittime sarebbero state costringono a digiunare estensivamente con la promessa di “vedere Gesù in paradiso”.

Ancora più allarmante, si è venuto a sapere del ritrovamento di almeno 450 corpi sepolti in fosse comuni nella foresta di Shakahola.

Gli investigatori del governo keniano, seguendo una serie di indizi, hanno esposto la verità dietro le attività del culto.

Molti seguaci di Mackenzie furono obbligati a lasciare le loro abitazioni e rifugiarsi nella foresta, dove erano destinati a digiunare in specifiche aree, che successivamente si sono rivelate essere camere di tortura.

Le camere, descritte come luoghi di estrema crudeltà, contenevano strumenti inquietanti. “Abbiamo rinvenuto pezzi di stoffa, corde e altri strumenti che possiamo solo definire comeoggetti orrendi‘”, ha rivelato un funzionario di polizia.

Il mondo guarda con orrore e tristezza mentre si svelano ulteriori dettagli di questa tragedia.

La comunità internazionale spera che si faccia giustizia per le innumerevoli vittime di questo culto distruttivo.

Potrebbe interessarti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Rimani connesso

890FansLike
- Advertisement -spot_img

Ultimissime