-6.4 C
Rome
giovedì, 29 Febbraio 2024

Manager italiano arrestato a Mosca per presunto possesso di droga

Giovanni Di Massa, un dirigente italiano dell’azienda Iss International, è stato recentemente fermato a Mosca per sospetto possesso di droga e poi rilasciato sotto sorveglianza.

Di Massa è tornato negli Emirati Arabi, sede della sua attività, informando le autorità italiane dopo il fatto.

Le circostanze del fermo, avvenuto durante un periodo di disordini a Mosca, sono ancora poco chiare.

Di Massa è stato arrestato con l’accusa di possesso di mephedrone, un stimolante simile alla cocaina, mentre guidava un veicolo aziendale.

Le autorità italiane stanno seguendo la questione, così come il Ministro degli Esteri Antonio Tajani.

La Iss International, un’azienda energetica con sede a Roma, ha espresso stupore per l’arresto.

Il presidente Giuseppe Bellantoni ha dichiarato che Di Massa era in ferie e non era a Mosca per affari dell’azienda.

Di Massa, laureato in ingegneria nucleare presso l’Università La Sapienza di Roma, ha un’ampia esperienza in vari settori, compresa la raffinazione, la petrolchimica e l’energia, in quattro continenti.

Ha mantenuto rapporti positivi con numerose aziende globali e attualmente svolge il ruolo di country manager per Iss International, coordinando lo sviluppo del business e la gestione dei progetti nel Medio Oriente.

Potrebbe interessarti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Rimani connesso

890FansLike
- Advertisement -spot_img

Ultimissime