19.2 C
Rome
martedì, 23 Luglio 2024

Il CDM approva misure contro la criminalità giovanile

Il Consiglio dei Ministri (CdM) ha approvato un decreto mirato a contrastare la crescente ondata di criminalità giovanile che ha preoccupato il paese negli ultimi mesi. L’approvazione è avvenuta in una settimana particolarmente intensa per la politica italiana, con la maggioranza che si è riunita mercoledì per discutere i temi più caldi di questo autunno, tra cui appunto la questione della criminalità minorile.

Il decreto introduce una serie di misure volte a rafforzare la prevenzione, con una particolare attenzione alla collaborazione tra scuole, forze dell’ordine e servizi sociali. Sarà inoltre ampliato l’uso di sistemi di monitoraggio elettronico per i giovani rei recidivi.

La notizia arriva mentre la premier Giorgia Meloni, si prepara a partire per il G20 a New Delhi. Non è chiaro se il tema della criminalità giovanile sarà discusso durante il summit internazionale, ma è probabile che Meloni porti all’attenzione dei leader mondiali le soluzioni proposte dall’Italia, come esempio di politica attiva contro un problema che affligge diversi paesi.

Questo decreto è un primo passo nel lungo percorso per affrontare le cause profonde della criminalità giovanile, ma segna una presa di posizione decisa da parte del governo. Ora la palla passa al Parlamento, dove il decreto dovrà essere convertito in legge, e la discussione pubblica continuerà a far luce sui dettagli e le implicazioni di questa misura.

Potrebbe interessarti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Rimani connesso

890FansLike
- Advertisement -spot_img

Ultimissime