12.4 C
Rome
mercoledì, 12 Giugno 2024

Ritorno al nucleare, Pichetto Fratin conferma nuove norme

Ritorno al nucleare entro la fine della legislatura: queste sono le parole di Gilberto Pichetto Fratin, ministro dell’Ambiente e della Sicurezza energetica, che ha promesso di lavorare per realizzare un quadro giuridico adeguato al ritorno dell’energia nucleare in Italia.

Nuove normative in vista

Il ritorno al nucleare non è solo una questione di politica o di energia, ma anche di normative. Il ministro ha sottolineato l’importanza di avere un quadro giuridico compatibile con le nuove tecnologie nucleari, come i piccoli reattori modulari. Questi dispositivi, considerati più sicuri e gestibili rispetto ai grandi reattori, potrebbero essere una realtà in Italia nel prossimo decennio.

I piccoli reattori modulari: una rivoluzione energetica

L’attenzione si concentra sui piccoli reattori modulari, una tecnologia che promette di rivoluzionare il panorama energetico. Il ritorno al nucleare in Italia potrebbe significare un importante passo avanti nella produzione di energia pulita e sostenibile, grazie alla collaborazione con società innovative come newcleo.

Importanza del G7 per la politica energetica

Il ritorno al nucleare è stato anche un tema discusso recentemente al G7 Ambiente, Clima ed Energia a Torino. Il ministro ha evidenziato l’importanza dell’accordo per chiudere le centrali a carbone entro il 2035 e la necessità di una transizione energetica che include le nuove tecnologie nucleari.

Il ritorno al nucleare rappresenta un capitolo fondamentale per il futuro energetico dell’Italia. Con un nuovo quadro normativo e la promessa di implementare tecnologie avanzate come i piccoli reattori modulari, l’Italia si posiziona come un leader nella transizione verso un’energia più pulita e sostenibile.

Potrebbe interessarti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Rimani connesso

890FansLike
- Advertisement -spot_img

Ultimissime