18.2 C
Rome
lunedì, 22 Luglio 2024

Violenti scontri a Nanterre: morto giovane alla guida, agente di polizia in carcere

Sono avvenuti scontri a Nanterre, periferia ovest di Parigi, dove un membro delle forze dell’ordine ha sparato, causando la morte di un giovane di 17 anni che era alla guida di un’automobile reagendo alle richieste degli agenti che lo avevano fermato.

L’agente, il cui coinvolgimento è stato confermato da un video diffuso sui social, si trova attualmente in carcere.

Proteste violente, scontri e tensioni si sono diffuse in numerose aree identificate per la morte del giovane.

Le circostanze hanno suscitato sentimenti di tristezza e rabbia a Nanterre, la città della periferia parigina in cui il giovane risiedeva.

La madre del ragazzo ha espresso la sua disperazione dal giorno precedente, affermando: “Mi hanno portato via il mio figlio“.

Secondo l’ultima comunicazione della prefettura, questa mattina, sono stati effettuati 24 arresti e una ventina di poliziotti hanno riportato ferite lievi.

Barriere stradali, veicoli incendiati, scontri con l’utilizzo di gas lacrimogeni e lancio di oggetti hanno caratterizzato la notte a Nanterre, Asnières, Colombes, Mantes-la-Jolie e diverse altre località fornite.

Sono state incendiate almeno 3 automobili e danneggiato il municipio di Mantes-la-Jolie.

A Nanterre, nei pressi della sede del prefetto, sono stati lanciati dei fuochi d’artificio.

In una scuola di musica è scoppiato un incendio, prontamente estinto dai vigili del fuoco.

Altri incendi sono stati appiccati lungo una linea ferroviaria, diverse auto e cassonetti dell’immondizia sono stati dati alle fiamme e le pensiline degli autobus sono state distrutte.

I manifestanti hanno eretto delle barricate. Le forze di sicurezza hanno risposto ripetutamente con l’uso di gas lacrimogeni.

Dopo la morte del ragazzo, è stata avviata un’inchiesta per resistenza alle forze dell’ordine e tentato omicidio da parte di un funzionario pubblico.

Un’altra inchiesta, aperta per omicidio involontario commesso da un’autorità pubblica, è stata affidata all’Ispettorato Generale della Polizia di Stato.

La sequenza degli eventi è ancora poco chiara e controversa.

Inizialmente, la polizia aveva dichiarato che il veicolo aveva cercato di investire gli agenti della pattuglia che avevano cercato di fermarlo, ma il video diffuso sui social mostra che uno dei due agenti aveva puntato l’arma verso il giovane alla guida.

Quando quest’ultimo ha ripreso la fuga, l’agente ha aperto il fuoco.

Inoltre, nel video si sente chiaramente l’agente gridare al ragazzo: “Ti sparo in testa“. Poco più avanti, l’auto si è schiantata

Potrebbe interessarti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Rimani connesso

890FansLike
- Advertisement -spot_img

Ultimissime