13.8 C
Rome
domenica, 19 Maggio 2024

Corruzione in Italia: 42esimo posto Globale e 17esimo nell’UE

In un mondo dove la trasparenza e l’integrità sono sempre più sotto i riflettori, la “Corruzione in Italia” si posiziona al 42esimo posto su 180 Paesi a livello globale e al 17esimo tra i 27 Paesi membri dell’Unione Europea, secondo l’ultimo indice di Transparency International.

L’Italia, con un punteggio di 56, mostra segnali di stabilità nella lotta contro la corruzione, ma evidenzia anche la necessità di un impegno costante e rinnovato. Il paese si trova in una posizione delicata, confrontandosi con paesi meno corrotti come la Danimarca e la Finlandia e ben lontana dai fondi della classifica occupati da nazioni come Venezuela e Somalia.

Nonostante alcuni progressi, la “Corruzione in Italia” rimane un tema centrale nelle politiche di governance. Michele Calleri, Presidente di Transparency International Italia, sottolinea l’importanza delle misure normative recenti in materia di whistleblowing e appalti pubblici. Tuttavia, persistono problemi significativi come le carenze normative sul conflitto di interessi e la mancanza di una disciplina efficace in materia di lobbying.

In Europa, l’Italia si distingue per aver migliorato il proprio punteggio nell’indice di percezione della corruzione. Questo è un segnale positivo, che dimostra l’impegno del paese nel contrastare fenomeni di corruzione, ma evidenzia anche la necessità di ulteriori sforzi per raggiungere i livelli dei paesi nordici.

Affrontare la “Corruzione in Italia” richiede un impegno costante. Il paese è chiamato a consolidare le riforme già avviate e a introdurne di nuove, per garantire un ambiente sempre più trasparente e integro. La strada è ancora lunga, ma i passi avanti sono evidenti.

Potrebbe interessarti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Rimani connesso

890FansLike
- Advertisement -spot_img

Ultimissime