12.4 C
Rome
mercoledì, 12 Giugno 2024

Truffe ad anziani: arresti a Napoli per il finto carabiniere

In un recente blitz a Napoli, nel quartiere “Ponticelli”, le forze dell’ordine hanno messo fine a un’operazione di truffe ad anziani, eseguendo tre arresti. Il modus operandi? La pericolosa tecnica del finto carabiniere.

Cos’è la tecnica del “finto carabiniere”?

Questo metodo di frode vede gli impostori fingere di essere carabinieri per convincere le loro vittime, prevalentemente anziani, della necessità di consegnare denaro o beni preziosi per motivi inventati. Gli autori delle truffe contattano le vittime telefonicamente, raccontando di un presunto arresto di un parente e della necessità di una cauzione urgente in contanti o oro.

Una volta convinte, le vittime sono istruite su come e dove consegnare i loro beni. A quel punto, altri complici, spacciandosi per carabinieri o avvocati, si presentano a casa delle vittime per riscuotere il “pagamento”.

Gli arresti e le indagini

L’operazione condotta dal Nucleo operativo e radiomobile della Compagnia di Lamezia Terme ha portato all’arresto di tre persone, identificate grazie all’analisi di diverse testimonianze e prove raccolte nel corso dell’indagine. Questi episodi delittuosi, verificatisi nel dicembre del 2023, includono un caso a Besnate, dove un anziano di 93 anni è stato derubato di 15mila euro, e due tentativi di truffa a Gioia Tauro e Lamezia Terme.

Come proteggersi dalle truffe?

È essenziale che gli anziani e i loro familiari siano informati e vigilanti. Ecco alcuni consigli:

  • Verificare sempre l’identità di chi chiama, specialmente se si presentano come autorità.
  • Non fornire mai dati personali o finanziari al telefono.
  • Contattare direttamente le forze dell’ordine in caso di dubbi.

Potrebbe interessarti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Rimani connesso

890FansLike
- Advertisement -spot_img

Ultimissime