9.6 C
Milano
domenica, Febbraio 25, 2024

Napoli, grossa operazione contro il clan Di Lauro: 27 arresti includono il cantante neomelodico Tony Colombo

Napoli – La città partenopea è stata scossa oggi da un massiccio blitz anticamorra che ha visto l’arresto di ben 27 persone associate al potente clan Di Lauro. Tra gli arrestati spiccano nomi di rilievo: Vincenzo Di Lauro, erede del capoclan Paolo, il famoso cantante neomelodico Tony Colombo, e la sua moglie Tina Rispoli, già vedova del boss Gaetano Marino.

L’operazione, condotta dai carabinieri di Napoli, ha messo a nudo le attività illecite, che andavano oltre il tradizionale spaccio di droga. Tra queste, spiccano le operazioni imprenditoriali e finanziarie del clan, particolarmente attivo nel quartiere di Secondigliano. La manovra ha portato al sequestro di beni per un totale di otto milioni di euro.

Il clan Di Lauro, noto per la sua capacità di infiltrazione in vari settori, aveva investito anche in società di abbigliamento, creando brand in collaborazione con Colombo e Rispoli. Un esempio è il marchio “Corleone” e la bevanda energetica “9 mm”, chiaramente ispirati al mondo criminale.

Tuttavia, al centro dell’indagine, c’era quella che gli inquirenti hanno definito la “Di Lauro spa“, un’entità aziendale attraverso cui il clan aveva diversificato i propri affari. Oltre alle società di abbigliamento, il clan gestiva una palestra, una sala scommesse e supermercati.

Il contrabbando di sigarette dall’Est Europa era un altro “core business” per i Di Lauro, con pacchetti prodotti in una fabbrica di loro proprietà destinati ai mercati illegali italiani e stranieri.

Gli inquirenti hanno rivelato che le indagini si sono concentrate tra il 2017 e il 2021, con una serie di attività illecite messe in luce, tra cui estorsioni e minacce ai familiari di un pentito.

Potrebbe interessarti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Rimani connesso

890FansLike
- Advertisement -spot_img

Ultimissime