15.3 C
Rome
sabato, 15 Giugno 2024

Condanna per peculato e reati fiscali: Alberto Di Rubba interdetto dai pubblici uffici

Alberto Di Rubba, il nuovo amministratore federale della Lega nominato ad aprile, è stato condannato a 2 anni e 10 mesi per appropriazione indebita. È stato anche interdetto perpetuamente dai pubblici uffici e gli sono stati confiscati 38mila euro.

Di Rubba ha ricoperto in passato il ruolo di presidente della Lombardia Film Commission e direttore amministrativo del Carroccio al Senato. La sua condanna è stata il risultato di un’indagine coordinata dall’aggiunto Eugenio Fusco e dal procuratore Stefano Civardi, che ha avuto origine dal caso Lfc.

In precedenza, sia Di Rubba che Andrea Manzoni, ex revisore contabile della Lega alla Camera, erano stati condannati a causa di questa indagine. Il giudice Natalia Imarisio ha deciso di mandare a processo Manzoni.

Nella nuova fase dell’indagine, che si è conclusa nel marzo 2022, nove persone, tra cui Di Rubba e Manzoni, sono state accusate di vari reati fiscali, peculato (solo nel caso di Di Rubba) e bancarotta, quest’ultima anche per Manzoni, che ha optato per il processo ordinario.

Manzoni è stato rinviato a giudizio insieme ad altri imputati (Pierino Maffeis, Elio e Alessandro Foiadelli e Gabriele Nicoli), e la prima udienza è stata fissata per il 23 novembre davanti alla terza sezione penale.

Potrebbe interessarti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Rimani connesso

890FansLike
- Advertisement -spot_img

Ultimissime